Crea sito

                                   Confronto Settembre 1972 con il 12 agosto 2019

  Allarme dalla Groenlandia: scioglimento ghiacci impressionante

30-08-2019 ore 11:15

Si parla spesso della Groenlandia, dove il meteo estremo di quest'estate ha determinato una drastica accelerazione dello scioglimento dei ghiacci. Secondo il National Snow and Ice Data Center, a causa del caldo eccessivo, quest'estate si sono sciolte nell'oceano 55 miliardi di tonnellate di ghiaccio.

La superficie dell'isola è stata messa quindi a dura prova, ma non si sono salvate neanche le aree più elevate che arrivano ad un'altitudine di oltre 3mila metri: in queste zone, tra il 30 e il 31 luglio 2019, le temperature hanno raggiunto valori al di sopra della soglia di congelamento per oltre 16 ore.

Meteo in Lapponia: temperature da record di caldo per la fine di Agosto

Si tratta però di un trend assolutamente di lungo periodo e a confermarlo bene sono le immagini fornite dai Landsat, i satelliti che osservano la Terra dallo spazio. Il riscaldamento globale sta provocando la perdita inesorabile dei ghiacciai e le immagini dallo Spazio ne sono la prova inequivocabile.

Queste foto satellitari sono state pubblicate sul sito della NASA, riguardano i ghiacciai Helheim, Fenris e Midgard in Groenlandia e confrontano l'attuale situazione dei ghiacciai con quella del 1972.Tale confronto serve a studiare le modifiche ambientali che avvengono sulla superficie del nostro Pianeta.

Ebbene, in quest'arco di tempo di poco meno di 50 anni, il ghiacciaio Helheim, uno dei più grandi della Groenlandia, si è ritirato di circa 7,5 chilomentri, mentre il ghiacciaio Midgard, più a est, si è ritirato di circa 16 chilometri dividendosi in due rami: le cime delle rocce appaiono dunque più esposte.

L'altra grande preoccupazione è legata al fatto che i ghiacciai appaiono visibilmente più scuri. Questo accade per il fatto che la superficie si è sciolta e ricristallizzata più volte, incorporando polveri e frammenti minerali in questo processo.

 ****************************************************************************

 

 .   Meteo estremo in Spagna, l'alluvione travolge la Navarra

10-07-2019 ore 14:00

la località spagnola di Tafalla è una città posta nella comunità autonoma della Navarra, nel nord della Spagna, ed è situata a circa 420 metri di altezza.

Un violento temporale ha scaricato sulla città circa 100,2 mm di pioggia in poche ore, provocando un evento alluvionale, in quanto il fiume Cidacos è straripato, inondando le vie della città e delle zone circostanti.

Si riporta una vittima dell'alluvione, nonché decine di veicoli portati via dal fiume impetuoso, e numerosissimi danni.

Anche le città di Olite e Puello sono state alluvionate dallo straripamento del fiume in piena.

Sono stati molti gli automobilisti salvati in extremis dai mezzi di soccorso prima che i loro veicoli venissero trascinati via dalla corrente.

Il fiume Cidacos è passato in sei ore da un livello di 11 cm ad uno di 4,23 metri, il più alto mai registrato nella sua storia.

La città di Olite ha visto cadere 97,6 mm di pioggia, ma la pioggia più abbondante c'è stata sulla vicina città della Navarra di Guetadar, dove sono caduti 159,7 mm di pioggia

 ESCAPE='HTML'
 ESCAPE='HTML'

 ****************************************************************************

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Meteo Kashmir: rara nevicata in pieno Giugno

18-06-2019 ore 12:30

CRONACHE METEO: una forte nevicata fuori stagione ha colpito la regione indiana del Kashmir.

Il Kashmir è la regione più settentrionale dell'India, una zona interessata da alte montagne (come il Nanga Parbat, uno degli Ottomila più famosi della catena Himalayana), e da strette e lunghe vallate.

Mentre nel resto dell'India, gli scorsi giorni le temperature sono salite fino a circa i +50°C, con i monsoni che sono in ritardo, un forte uragano, forse il più forte della storia si è portato nelle coste occidentali, la località di Sonmarg, a 2800 metri di quota, si è ritrovata imbiancata da una rarissima nevicata di Giugno.

La neve è caduta anche in altre località del Kashmir di pari quota, ed anche nel Sikkim.

Le zone a più bassa altitudine hanno ricevuto oltre 50 mm di pioggia, provocando piene dei fiumi sottostanti.

Del resto, dai dati rilevati via satellite nello Stato Indiano del Himachal Pradesh, situato nell'Himalaya occidentale, la copertura nevosa quest'anno è superiore del 25% rispetto a quella misurata lo scorso anno

Del resto, abbondantissime precipitazioni piovose (e nevose in quota) si erano verificate tra Ottobre e Novembre, con punte del 180-200% della norma, prima dell'inizio della stagione secca da Dicembre in avanti.

 

 ESCAPE='HTML'

 ***************************************************************************

****************************************************************************